Follow me by Email!

giovedì 8 dicembre 2016

A proposito di vintage - About vintage


So even this year, specially here in the north of Italy, cold has arrived, but I'm not disappointed at all! I hear often that there are two kind of people, summer people and winter people, well, if it's true I definitely belong to the second category: I love colors of the cold months, winter fashion and the holiday season, maybe because I was born in autumn?
If I think about winter the first garment that comes in my mind is coat, a good wool coat to worm in...

E così anche quest'anno, soprattutto qui al nord Italia, è arrivato il freddo, ma a me non dispiace affatto! Sento dire spesso che esistono due tipi di persone, le persone estive e le persone invernali, beh, se fosse vero io faccio decisamente parte della seconda categoria: amo i colori dei mesi freddi, la moda invernale e il periodo delle feste, sarà perchè sono nata in autunno?
Se penso all'inverno il primo capo di vestiario che mi viene in mente è il cappotto, un bel cappotto di lana in cui scaldarsi...



For months, considering the upcoming winter, I had in mind to look for a vintage coat from the 40s; the search hasn't been easy, there was a few features that my dream coat had to:
- made from 100% wool
- have a neutral but not dark color
- have a faux fur collar.

The first requirement was not so difficult to find, especially in a vintage coat, the second neither, but satisfying the third was a bit hard: in that time the use of real fur was more common than faux ones (which however exist from the 20s).
After many days of hard search, when I was nearly convinced that my dream coat didn't exist at all, I arrived at the uk eshop "My Vintage": here I found my coat, it's a swagger style coat in particular, with a straight cut and knee lenght, but actually during 1940s there were so many style of coats (trench, princess, box).

E' da qualche mese che, in previsione dell'inverno, avevo in mente di cercare un cappotto vintage degli anni 40; la ricerca non è stata facile, infatti il mio cappotto ideale doveva avere tutte le seguenti caratteristiche:
- essere di lana al 100%
- avere un colore neutro ma non scuro
- avere un collo di pelliccia sintetica.

Il primo requisito non era poi così difficili da soddisfare, specialmente trattandosi di un cappotto vintage, il secondo nemmeno, con il terzo invece è stata più dura: a quei tempi l'uso di pellicce vere era molto più in voga rispetto a quelle sintetiche (che comunque esistevano già dagli anni 20).
Dopo tanti giorni di ricerca intensissima, quando ormai pensavo che il cappotto dei miei sogni non esistesse, sono capitata per caso su l' eshop inglese "My Vintage" : qui ho scovato il mio cappotto, si tratta in particolare di un cappotto stile “swagger”, con taglio dritto e lunghezza al ginocchio,ma in realtà negli anni 40 erano diversi gli stili dei cappotti (tench, princess, box).





But let's move on to the event I joined this time and to the outfit chosen for this occasion. Militalia is, needless to say, a military exhibition, and a part of it is dedicated to wii reenacments, a sphere
that obviusly fascinates me!
The dress is probably on of my best bargain, it's made of satin, in this marsala color I love and has
a matching vest underneeth, the only missing thing is, sadly, the belt...but the beautiful plated skirt
makes me forget this little lack!

Cambiando argomento, passiamo ora all'evento a cui ho partecipato questa volta e all'oufit scelto per questa occasione. Militalia è una manifestazione a sfondo, neanche a dirlo, militare, della quale una grossa fetta è dedicata all'ambito delle rievocazioni della seconda guerra mondiale, un mondo che ovviamente mi affascina molto!
L'abito è probabilmente uno dei miei affari migliori: è in raso, di questo color marsala che adoro ed è completo di sottoveste abbinata, l'unica cosa che manca è ahimè la cintura...ma la bellissima fattura a pieghe della gonna mi fa dimenticare questo piccolo difetto!

Pleated style was a very common in the post wartime when restrictions end


You probably remember the handbag (I posted about it here), the brooch is an original 1940s piece,
the suede gloves are vintage too, they are so precious to me that I wear them in few occasions for fear of ruining them! This is, however, how vintage shopping is: it's so satisfying but requires attention and dedication both before and after; since I "find out" it I could never go back, though I appreciate very much reproductions (hand made ones mostly), every single vintage piece is a precious strike, result of searches or random meeting and loves at first sight, which in every case is a unique piece and, for this reason, is important to take care of it at best. If you no longer wanted a dress, vintage would not lose its value but, in fact, the more a piece is old the more it's worth, so you can resell it and keep it "travelling". This is very poetic? Isn't it? And finally, don't forget that vintage is green because is about reusing old cloths that are not part of today's mass policies production.

La borsa la conoscete già (ne ho parlato qui),la spilla è un pezzo anni 40, i guanti scamosciati sono anch'essi vintage, sono così preziosi per me che li indosso in poche occasioni per paura di rovinarli! Lo shopping vintage è così: dà moltissime soddisfazioni ma richiede impegno e dedizione sia prima che dopo; da quando l'ho “scoperto” non potrei mai tornare indietro, sebbene apprezzi moltissimo le riproduzioni (soprattutto quelle hand-made), ogni pezzo vintage rappresenta una scoperta preziosa, frutto di ricerche o di incontri casuali e amori a prima vista, ma che in ogni caso si tratta di un pezzo unico, e per questo è importante conservarlo al meglio. Semmai non non si volesse più un capo, il vintage non perde il suo valore ma anzi col passare del tempo questo aumenta, per cui si potrà rivendere, facendo continuare il suo “viaggio”. Tutto ciò è abbastanza poetico, non trovate? Non dimentichiamo infine il lato “green” del vintage, dato che si riutilizzano capi già esistenti che quindi non fanno parte delle politiche di produzione di massa dei capi prodotti oggigiorno.



Speaking of reproduction instead, my hat couldn't been ignored for sure! I admit that, since I'm not used to wear them, at the beginning I felt a bit 'weird, yet in the past every girl or woman possessed more than one to complete her look, so I wanted to wear this, the only one I own actually.

Parlando invece di riproduzioni, sicuramente il mio cappellino quel giorno non sarà passato inosservato! Ammetto che non essendo abituata a portarli all'inizio mi sono sentita un po' strana, eppure in passato ogni ragazza o donna ne possedeva più di uno per completare il proprio look, per cui ho voluto indossare questo, in realtà l'unico in mio possesso per ora.



One last note, but not less important, during this day I had the pleasure to know in person a new
friend I met thanks to instagram, so we took advantage of the occasion to take some pics together. ;D

Ultima nota, ma non meno importante, In questa giornata ho avuto il piacere di vedere dal vivo una nuova amica che ho conosciuto grazie ad instagram, per cui abbiamo approfittato di questo incontro per farci qualche foto insieme. ;D

With my friend @lady_panzer

DressAbito: Humana Vintage
GlovesGuanti: Hangover
HatCappello: Collectif Clothing
CoatCappotto: MyVintage





2 commenti:

  1. Thank you so much for your mention of us in your post. I am so happy that you love your vintage coat, it is a really beautiful piece and you look absolutely amazing in it!
    I also love your dress, hat, shoes, hair and makeup. You have really achieved an authentic 1940's look which is actually quite difficult to do - I am impressed!

    Thank you so much again and I hope that My Vintage can welcome you as a customer again soon!

    Emma, My Vintage x

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks Emma, you are so sweet :)
      It was an absolute pleasure to buy from your eshop, it's so full of gorgeous clothes and the costumer care is great...for sure I will spend some time on it again!

      xoxo

      Irene

      Elimina